Carte, inchiostri e caratteri in archivio

10 Giugno 2020

La Fondazione Collegio San Carlo di Modena, istituto di formazione e di promozione della cultura riconosciuto a livello nazionale e internazionale, è erede del Collegio dei Nobili nato nel 1626 e della Congregazione della Beata Vergine e di San Carlo che a lungo ne ha retto le sorti. Di recente, per valorizzare il suo archivio formatosi nel corso di quattrocento anni, dal XVII al XXI secolo, la Fondazione ha messo a disposizione online un video realizzato nell’ambito del percorso di progettazione partecipata “Laboratorio duemilaventisei”.

Il video illustra i contenuti dell’archivio, la sua struttura e le logiche di inventariazione, ripercorrendo il primo, importante riordino operato da Giuseppe Dallamano, segretario dell’antico Collegio San Carlo nel Settecento. Protagonisti della narrazione sono la carta, l’inchiostro e la scrittura, elementi che costituiscono i documenti antichi e fattori decisivi per poterli interpretare e comprendere.

“Carte, inchiostri e caratteri in archivio” è stato presentato in occasione dell’ultima edizione di “Quante storie nella Storia”, la settimana regionale dell’educazione al patrimonio archivistico, promossa dall’Istituto per i beni culturali della Regione Emilia-Romagna, dalla sezione regionale dell’Associazione nazionale archivistica italiana e dalla Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Emilia Romagna.

Video

Carte, inchiostri e caratteri in archivio

Fondazione San Carlo di Modena