“Femminile Plurale”: il "Festival del Buon Vivere" parla le lingue delle donne

24 Agosto 2021

Dal 9 al 19 settembre 2021, a Forlì, torna l’appuntamento con il Festival del Buon Vivere, che per questa edizione (intitolata “Femminile Plurale”), propone pensieri, azioni e prospettive dal punto di vista delle donne, in stretto legame con il “Corriere della Sera” e il suo analogo festival milanese.

Tra gli interventi in programma si segnalano quelli di Edith Bruck (scrittrice, poetessa, traduttrice regista e testimone della Shoah), Elisabetta Rasy (autrice de “Le Disobbedienti. Storie di donne che hanno cambiato l’arte” Mondadori 2019), Carlotta Vagnoli (autrice e “sex columnist”), Lara Lago (giornalista e promotrice del “body positivity”), Anita Caprioli (attrice), Federica Angeli (giornalista di Repubblica). Tra le musiciste sarà presente Frida Bollani Magoni (pianista, figlia di Stefano Bollani e Petra Magoni), tra le filosofe Ilaria Gaspari (autrice del libro “Vita segreta delle emozioni” per Einaudi) e Maura Gancitano (scrittrice e fondatrice di “Tlon, scuola di filosofia”).

Dopo l’edizione 2020, svolta esclusivamente online, quella del 2021 sarà la prima edizione ibrida del festival: gli appuntamenti si svolgeranno sia dal vivo a Forlì, sia online sui canali social e sul sito del Festival. Per accedere agli incontri dal vivo nell’Auditorium della Chiesa di San Giacomo, nell’Arena San Domenico e negli spazi del complesso dei Musei San Domenico, tutti a ingresso gratuito, è necessaria la prenotazione online ed essere in possesso di green pass.

Il “Festival del Buon Vivere” è promosso dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì in collaborazione con il Comune di Forlì e “Cooperhub”, con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, del Campus di Forlì e dell’Ufficio Scolastico Regionale.