Il "Festival del Buon Vivere" inaugura la sua "home edition"

18 Novembre 2020

Dal 25 al 29 novembre 2020 il “Festival del Buon Vivere” di Forlì torna e inaugura la sua “Home Edition”: per raggiungere quante più persone possibili sarà visibile, gratuitamente, sul sito web, sul canale YouTube e sulla pagina Facebook della rassegna, oltre che sul canale digitale terrestre 670 di Radio Studio Delta.

Mercoledì 25 novembre la programmazione dedicata alla “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” parte alle 15 con la diretta online de “Il Buon Vivere in un libro”: Corrado Ravaioli intervista Cathy La Torre, avvocata e attivista per i diritti umani, autrice di “Nessuna causa è persa”, un intreccio di storie che parlano di diritti negati.
Alle 18 è la volta di “BV = Basta violenza”: Chiara Tagliaferri (coordinatrice editoriale per Storielibere.fm) dialoga con Cathy la Torre e con Maria Giorgini (segretaria generale della Camera di Commercio del Lavoro di Forlì) e Giulia Civelli (Centro Donna del Comune di Forlì). Alle 21, chiude la giornata “Aspettando Femminile Plurale”, un incontro moderato dalla giornalista Sabika Shaha Povia in cui Monica Fantini, ideatrice del Festival, dialoga con l’attrice e autrice Lella Costa e con Tinto, speaker di RaiRadio2 e conduttore di La7.

Giovedì 26 è la giornata della “Narrazione Femminile Plurale”. Alle 11, per “Il Buon Vivere in un libro”, lo scrittore Matteo Bussola presenta “L’invenzione di noi due” e parla con Corrado Ravaioli del suo stile di scrittura. Alle 16 Alberto Peretti (fondatore di Genius Faber) tiene una lectio magistralis su “Il pensiero plurale nelle imprese” a cura di Menabò e Agenda Filosofica.
Alle 18, per il format “Il Buon Vivere in salotto”, Elasti (blogger, autrice e conduttrice radiofonica, al secolo Claudia de Lillo) dialoga con il filosofo Umberto Galimberti nell’incontro “Parlare alle donne delle donne”. Chiude la serata alle 20.30 lo storico format “BV Il Punto di vista della virgola”, un dialogo condotto da Marianna Aprile (redattrice di “Oggi”) con Paola Barbato (autrice), Vera Gheno (sociolinguista) e lo scrittore Matteo Bussola. Elementi fissi del format serale saranno il contrappunto musicale di Enrico Farnedi, le pillole videogiornalistiche di Sabika Shaha Povia della redazione di “Propaganda Live” e le letture ironiche del tema della giornata di Martina Dell’Ombra.

Venerdì 27 è la giornata dedicata alla “Notte Europea dei Ricercatori” e al tema “Ricerca Femminile Plurale”. Alle 11, per “Il Buon Vivere in un libro”, è la volta di Marianna Aprile con “Il Grande inganno”, un percorso attraverso le parole di politiche, sociologhe, politologhe e giornaliste per parlare delle battaglie delle donne. Alle 18, per “Il Buon Vivere in Salotto”, “L’università con la città intorno” con i redattori della WebTV del Campus di Forlì insieme a Maria Laura Lanzillo e Roberto Balzani dell’Università di Bologna. Alle 20.30 “Il Punto di Vista della Virgola” propone un incontro condotto da Marianna Aprile con l’accademica Amalia Ercole Finzi, prima donna in Italia a laurearsi in ingegneria aeronautica, e la filosofa, scrittrice e fondatrice di Tlon, Maura Gangitano.

Sabato 28 novembre è dedicato al tema “Cultura Femminile Plurale”. La diretta parte alle 11 con Monica Fantini che dialoga con Serena Dandini, del suo ultimo libro “La vasca del Führer”, nel quale, prendendo spunto da una fotografia scoperta per caso, l’autrice si mette sulle tracce di Lee Miller Penrose, una delle personalità più straordinarie della fotografia del Novecento. Alle 15: “Donne, ricerca scientifica e società”, una riflessione su temi dell’ambiente e della crisi climatica, a cura di Nuova Civiltà delle Macchine e Donne e Scienza.
Alle 18, il “Salotto del Buon Vivere” si anima per parlare di “Essere umane. Donne, fotografia e cultura”: Fabio Lazzari dialoga con l’artista fotografa Letizia Battaglia, Serena Dandini e Walter Guadagnini (direttore di “Camera” e curatore della mostra “Essere Umane”). Alle 20.30 Marianna Aprile conduce “Il Punto di Vista della Virgola” con la ministra per le pari opportunità Elena Bonetti, la fotografa Silvia Camporesi e la regista Julie Taymor.

Domenica 29 novembre, giornata conclusiva del Festival, è dedicata al “Futuro Femminile Plurale”. Alle 11, la scrittrice Federica Angeli parla de “Il Gioco di Lollo”, storia una giornalista che insegna ai propri figli come sconfiggere, restando uniti, anche i mostri peggiori. Alle 18, nel salotto dedicato al tema “Un’idea di futuro”, Sabika Shah Povia dialoga con Elly Schlein, vicepresidente della Regione Emilia-Romagna, su Italia, Europa e futuro dal punto di vista di chi, concretamente, sta cercando di farne “luoghi” più equi. Alle 20.30 il festival si conclude con l’incontro “Futuro Femminile Plurale”, condotto da Marianna Aprile, con la filosofa Michela Marzano, l’economista Enrico Giovannini e il giornalista del “Corriere della Sera” Nicola Saldutti.

Anche le associazioni del territorio sono protagoniste del “Buon Vivere”: i loro contributi video animeranno tre momenti della programmazione: alle 8.30, “Storie di benessere”; alle 12.30, “Storie di donne”; alle 14.30, “Diario di Scuola”.

Il “Festival del Buon Vivere” è promosso dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e Cooperhub, con il patrocinio e la collaborazione dell Comune di Forlì e con il patrocinio dell’ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, della Regione Emilia-Romagna, del Campus di Forlì e dell’Ufficio Scolastico Regionale.