A "Mens-a": per immaginare un "Nuovo Umanesimo"

04 Settembre 2021

Dal 17 settembre al 13 ottobre 2021 ritorna l’appuntamento con il festival Mens-a, che parte da Bologna e si prolunga a Modena, Reggio Emilia, Parma, Vignola, Ravenna e Ferrara. Il titolo scelto per la nuova edizione della rassegna culturale internazionale sul pensiero ospitale – che spazia tra i temi e i protagonisti delle scienze umane, della filosofia e della storia – è “Nuovo Umanesimo”. Se la pandemia ha evidenziato la complessità e la fragilità delle culture umane, l’anniversario dantesco del 2021 porta a riflettere sui valori dell’umanesimo rinascimentale per tentare di immaginarne uno nuovo.

Tra gli appuntamenti in programma si segnalano quelli con i filosofi Luigi Alici, Roberto Celada Ballanti e Umberto Curi, Salvatore Natoli, gli storici Franco Cardini e Massimo Montanari, il giurista Gustavo Zagrebelsky, l’editrice e regista Elisabetta Sgarbi, il giornalista e scrittore Pietrangelo Buttafuoco, i critici Giulio Ferroni e Angela Vettese e lo psichiatra e scrittore Eugenio Borgna. Luoghi, temi e date:

  • Bologna: “Visione e chiarezza (chiarità)” / 17-18 settembre
  • Parma: “Bellezza nelle arti, nelle discipline, nella ricerca” / 23 settembre
  • Ravenna: “Persona e personalità umana” / 26 settembre
  • Reggio Emilia: “Decisione e responsabilità” / 7 ottobre
  • Ferrara: “Filia temporis: verità e storia” / 8 ottobre
  • Vignola: “Rinascita” / 9 ottobre
  • Modena: “Amate la giustizia – Ritornare ai princìpi” / 12-13 ottobre 2021

Ideato dalla psicanalista Beatrice Balsamo, il festival “Mens-a” è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla cultura della Regione Emilia-Romagna, le Università di Bologna, Parma e Modena e Reggio Emilia e l’Accademia di Belle Arti di Bologna, con il patrocinio dei Comuni di Bologna, Modena, Reggio Emilia, Parma, Vignola, Ravenna, Ferrara.