A Misano la filosofia insegna la "Resilienza"

08 Ottobre 2021

Dal 15 ottobre al 26 novembre 2021, la Biblioteca comunale di Misano Adriatico propone il consueto appuntamento con la rassegna filosofica firmata da Gustavo Cecchini, che quest’anno vedrà sette intellettuali di prestigio esporre al pubblico le loro riflessioni ispirate alla “Resilienza”, parola che definisce la capacità di un materiale di assorbire un urto contraendosi e rimodellandosi, e che oggi designa lo spirito di adattamento utile per fronteggiare le difficoltà in ogni aspetto della vita umana.

15 ottobre / Michela Marzano: “Amnesie”
Come ci si può rimodellare senza aver prima riattraversato il passato? Partendo dall’amnesia che ha caratterizzato l’immediato dopoguerra, Michela Marzano cercherà di mostrare come molta della violenza che attraversa oggi la società italiana è conseguenza di un lavoro di rielaborazione mai fatto, sia a livello collettivo, sia a livello individuale.

22 ottobre / Gabriella Turnaturi: “Relazioni”
Durante la pandemia le varie forme di relazioni e interazioni hanno mostrato la loro funzione di resistenza individuale e sociale. Gabriella Turnaturi tenterà una fenomenologia delle relazioni, sia private che pubbliche, e delle diverse forme di interazioni che si sono sviluppate, scoperte o dimenticate durante la pandemia.

29 ottobre / Marco Guzzi: “Pratiche interiori, prassi rivoluzionarie”
Quando si è costretti ad adattarsi a condizioni inattese vita, possono essere utili pratiche interiori inedite, che sintetizzino i frutti di tutte le tradizioni millenarie arrivate fino a noi, ma anche revisioni radicali delle condizioni date, per fare spazio al futuro.

5 novembre / Silvano Petrosino: “Ottimismo e speranza”
Dopo una sciagura si sente con urgenza l’esigenza di ripartire, di riprendere con forza le attività di prima: molti insistono sulla necessità dell’ottimismo, altri insistono sul dovere di non far morire la speranza. Quasi sempre i due termini vengono utilizzati come sinonimi, ma è proprio così?

12 novembre / Marcello Veneziani: “Spirito”
La parola spirito ha tre declinazioni fondamentali: forza di spirito per fronteggiare gli eventi; senso dello spirito per affrontare con humour la realtà e la stupidità imperante; spiritualità come ricerca di senso e di sacro. Marcello Veneziani inserirà le parole spirito, spiritoso e spirituale nello scenario attuale.

19 novembre / Luigi Zoja: “Utopie, distopie, scelte”
Se si crede che esista un altro mondo possibile, non si possono eludere domande fondamentali: che senso ha impegnarsi nella sfera pubblica e come farlo? Cerchiamo giustizia per la società o emozioni per noi stessi? In ogni essere umano coabitano questi due diversi bisogni e può essere utile saperli distinguere.

26 novembre / Franco Arminio: “Cambiare per resistere”
Presentando il suo incontro con il pubblico il poeta Franco Arminio ha scritto: “Dobbiamo più che mai essere mobili, aprirci all’impensato, scatenare l’immaginazione. E per fare questo la poesia è un buon soccorso e lo è in genere tutto ciò che ci distrae dal contingente”.

Gli incontri si terranno nel Cinema Teatro Astra di Misano Adriatico, con inizio alle ore 21. La partecipazione alle conferenze è gratuita con prenotazione obbligatoria online. Per questioni organizzative, i biglietti saranno disponibili esclusivamente dal lunedì precedente la data delle conferenze. Dopo ogni appuntamento, sul canale VIMEO della biblioteca, saranno disponibili le registrazioni video.